Inventario

Servizio di inventario dei beni mobili ed immobili, determinazione del conto del Patrimonio e Adeguamento ai principi della Contabilità Armonizzata

Il processo di armonizzazione contabile che sta investendo la Pubblica Amministrazione (D. Lgs n. 118/2011) impone a tutti gli Enti, interessati da questo rinnovamento, di avere una corretta gestione della contabilità economico-patrimoniale.

Fino ad ora, nelle fasi di gestione e pianificazione degli Enti, le stesse attività di redazione dell’inventario hanno avuto sempre un ruolo secondario. Con l’avvio dell’armonizzazione invece, i Comuni sono chiamati ed obbligati, tra i molteplici adempimenti, ad avere necessariamente un “Inventario aggiornato e coerente con la contabilità dell’Ente” ed a codificare le varie voci dell’Inventario al Piano dei Conti Integrato (All. 6, D. Lgs. 118/11), dai quali discendono e si integrano con il Conto Economico e il Conto del Patrimonio.

Di conseguenza, nel corso del 2015, tutti gli enti dovranno svolgere alcune attività propedeutiche al fine di permettere l'avvio nel 2016 della contabilità armonizzata con il conseguimento dei seguenti obiettivi:

  • Aggiornare l'inventario e/o effettuare una revisione straordinaria di esso al fine di avere una cognizione reale del patrimonio comunale e del relativo valore voce per voce ;
  • Riclassificare le singole voci dell'inventario secondo il piano dei conti patrimoniali attraverso le rilevazioni extracontabili, la Contabilità Finanziaria (Mastro Impegni-Mastro Accertamenti), Conto del Bilancio –Conto Economico – Conto del Patrimonio;
  • Applicare i criteri di valutazione previsti dall'allegato n.4/3 al d.lgs. n.118/2011 alle voci dell'attivo e del passivo dello stato patrimoniale riclassificato.

In conclusione, per poter applicare una corretta gestione economico- patrimoniale, bisogna avere un inventario effettivamente descrittivo dei cespiti posseduti, dettagliato nei contenuti ed aggiornato al reale valore dei beni, valore che sarà riconsiderato in base ai nuovi coefficienti di ammortamento previsti dai principi contabile della Ragioneria Generale dello Stato.

Il servizio offerto si pone l’obiettivo di supportare l’Ente dalla fase iniziale di ricognizione del patrimonio comunale al suo allineamento alla contabilità armonizzata.

A fine servizio saranno consegnate all’Ente:

  • Le schede d’inventario dei beni immobili
  • L’elenco dei terreni con raccolta delle Visure Catastali.
  • La Classificazione dei beni mobili/immobili in base ai criteri di legge
  • La valutazione e stima dei valori dei beni mobili/immobili tenendo in considerazione la recente normativa
  • La stampa definitiva dei tabulati riepilogativi
  • Predisposizione eventuale del Regolamento interno di gestione dei beni mobili ed immobili
  • Predisposizione di una Relazione apposita, contenente oltre lo stato patrimoniale per quel che riguarda le immobilizzazioni materiali attive anche le indicazioni ritenute necessarie ad una corretta regolamentazione giuridica del patrimonio dell’Ente
  • Caricamento sul sito del Ministero delle Finanze dei dati relativi al patrimonio comunale
Allegati
  • Grafiche E. Gaspari Srl
  • Via M. Minghetti 18
  • 40057 Cadriano
  • di Granarolo Emilia (Bologna)
  • Certificazione ISO
  • Certificazione
    UNI EN ISO 9001
    per i servizi di stampa e postalizzazione

© Copyright 2017 Gaspari S.r.l.