Mipaaf: sull'etichetta del pesce si possono indicare zone di pesca come «Mar Mediterraneo», «Mar Nero» od «Oceano Atlantico Nord-Orientale»

Con nota n. 0012951 dell'8 agosto 2019, il Ministero delle Politiche Agricole ha fornito chiarimenti in merito all'etichettatura di prodotti alimentari ittici (pesce).

Nello specifico, si evidenzia che:

  • sull’etichetta del pesce si possono indicare zone di pesca come «Mar Mediterraneo», «Mar Nero» od «Oceano Atlantico Nord-Orientale», perché l’indicazione di sottozone, rispetto alle zone classificate Fao, soddisfa il requisito di comprensibilità per il consumatore finale, espresso alla lettera a), comma 1, art. 38 del regolamento 1379/2013. Le sottozone citate sono parte delle zone Fao 37 («Mar Mediterraneo e Mar Nero») e Fao 27 («Atlantico Nord Orientale»);
  • nei casi di vendita al consumer di un miscuglio di specie identiche, provenienti da diverse zona di cattura o paesi di allevamento differenti, va indicata in etichetta la zona di cattura della partita più numerosa, precisando che il pescato proviene da zone differenti. Per i prodotti allevati vale lo stesso principio; 
  • l’operatore può (ma non deve) aggiungere in etichetta altre zone di cattura e provenienza del miscuglio di specie. L'indicazione delle sottozone è una possibilità, non un obbligo.


  • Grafiche E. Gaspari Srl
  • Via M. Minghetti 18
  • 40057 Cadriano
  • di Granarolo Emilia (Bologna)
  • Certificazione ISO
  • Certificazione
    UNI EN ISO 9001
    per i servizi di stampa e postalizzazione

© Copyright 2019 Gaspari S.r.l.