La condotta censurabile sarebbe rintracciabile nel mancato rinnovo dell'autorizzazione entro i termini e quindi va sanzionato solo il primo passaggio ai varchi, non anche quelli successivi.
pregnancy termination pill website-knowledge.com abortion help
my girlfriend wants me to cheat on her go i want to cheat on my girlfriend

Sanzionabile solo il primo accesso con permesso scaduto perché la condotta da censurare è unica.
Il Tribunale di Reggio Emilia cassa quindi il ricorso del Comune avverso la pronuncia del giudice di pace e ritiene legittimo che il professionista proceda al pagamento della sola prima sanzione elevata per mancanza del titolo abilitativo per l'ingresso alle zone a traffico limitato.
Nella sentenza 14 ottobre 2014 n. 1330 è dato risalto alla circostanza per cui, contrariamente a quanto accaduto nel caso in esame, negli anni precedenti l'amministrazione comunale avesse provveduto ad avvisare dell'imminente scadenza del permesso; permesso richiesto e rinnovato entro i termini.
Il rilievo di colpa, afferma il giudice, «è unico ed è integrato dal fatto di aver dimenticato di rinnovare, pur avendone diritto, il permesso di circolazione; mentre non possono ritenersi assistite dal necessario elemento soggettivo di contrasto con l'ordinamento, per dolo o per colpa, le successive violazioni integrate dai singoli accessi alla zona a traffico limitato, atteso che esse traggono origine unicamente dalla precedente omissione»


  • Grafiche E. Gaspari Srl
  • Via M. Minghetti 18
  • 40057 Cadriano
  • di Granarolo Emilia (Bologna)
  • Certificazione ISO
  • Certificazione
    UNI EN ISO 9001
    per i servizi di stampa e postalizzazione

© Copyright 2019 Gaspari S.r.l.