Il decreto del MIBAC del 14 febbraio 2019, pubblicato in GU, specifica le regole di assegnazione delle risorse del Fondo per la promozione della lettura, della tutela e della valorizzazione del patrimonio librario per l'anno 2019

E' stato pubblicato, nella Gazzetta Ufficiale n.48 del 26 febbraio, il decreto del 14 febbraio 2019 del MIBAC che contiene le regole di assegnazione delle risorse del Fondo per la promozione della lettura, della tutela e della valorizzazione del patrimonio librario (anno 2019), cd. Fondo Promozione Libri.

Presentazione istanze: tempistiche e applicativo telematico

  • le istanze per l'accesso al Fondo potranno essere presentate dal 1° aprile 2019 alle ore12 e fino al 30 aprile 2019 alle ore 12;
  • l'istanza può essere inviata unicamente attraverso l'applicativo per la presentazione e la gestione delle domande accessibile dal sito web https://fondopatrimoniolibrario.librari.beniculturali.it. Importante: prima dell'invio dell'istanza bisogna effettuare la registrazionesull'applicativo da parte del legale rappresentante dell'ente richiedente, seguendo accuratamente le indicazioni presenti nelle Linee guida disponibili sul sito web;
  • i dati inseriti potranno essere salvati e modificati dall'utente prima dell'invio definitivo dell'istanza. Per procedere all'invio dell'istanza, la stessa dovrà essere scaricata in formato PDF, firmata digitalmente dal legale rappresentante e nuovamente caricata tramite l'applicativo. Una volta caricata l'istanza si considera inviata e non potrà più essere modificata

Soggetti che possono accedere al Fondo

  • Sistemi bibliotecari provinciali e comunali, ovverosia una rete di biblioteche costituita per promuovere e sviluppare forme di cooperazione a livello territoriale, garantendo la condivisione di risorse e professionalita' oltre che la sostenibilità ed omogeneità dei servizi erogati tra le biblioteche aderenti.  La sola adesione al Servizio bibliotecario nazionale (SBN) non costituisce titolo di accesso al fondo e non sono ammesse al finanziamento le singole biblioteche provinciali e comunali. Ciascun sistema bibliotecario potrà presentare una sola domanda.
  • Biblioteche scolastiche, ovverosia appartenenti ad istituti scolastici (Scuole dell'infanzia e Istituti di istruzione primaria, secondaria e superiore). Ciascun istituto scolastico potrà presentare una sola domanda. 

Valutazione delle istanze

Entro 30 giorni dalla data di scadenza per la presentazione delle istanze, il Servizio II della Direzione generale biblioteche e istituti culturali trasmette alla Commissione valutatrice l'elenco delle domande pervenute. La Commissione valuta la congruenza dei progetti con le finalità di promozione della lettura, tutela e valorizzazione del patrimonio librario, riorganizzazione e incremento dell'efficienza dei sistemi bibliotecari di cui all'art. 1 del decreto interministeriale 23 marzo 2018Per i Sistemi bibliotecari saranno richieste informazioni in merito a:

  • tipologia Sistema;
  • numero biblioteche del Sistema;
  • patrimonio complessivo del Sistema;
  • adesione ai servizi bibliotecari nazionali;
  • servizi e risorse offerti all'utenza, compresi eventuali servizi speciali;
  • sito web e presenza sui social networks;
  • obiettivi del progetto.

Per le Biblioteche scolastiche saranno richieste informazioni in merito a:

  • tipologia istituto;
  • consistenza del patrimonio librario;
  • presenza di personale addetto;
  • eventuale adesione a Sistemi bibliotecari locali o a servizi bibliotecari nazionali;
  • servizi e risorse offerti all'utenza;
  • sito web e presenza sui social networks;
  • obiettivi del progetto.

Conclusione procedura

La Commissione, una volta conclusa la valutazione delle istanze, presenta al Direttore generale biblioteche e istituti culturali la proposta di assegnazione delle risorse per l'anno 2019 secondo le percentuali previste dal decreto interministeriale 23 marzo 2018 all'art. 1, lettere a) e b), e all'art. 2, commi 3 e 4.

Il direttore generale biblioteche e istituti culturali ripartisce le risorse, sentito il competente direttore generale del MIUR, e pubblica sul sito della Direzione generale biblioteche e istituti culturali il decreto di assegnazione delle risorse noncheè l'elenco delle istituzioni escluse. La pubblicazione di detta documentazione ha valore di notifica.

Rendicontazione

Ai sensi dell'art. 3 del decreto interministeriale 23 marzo 2018, i soggetti beneficiari devono presentare alla direzione generale biblioteche e istituti culturali, entro il 31 marzo dell'anno successivo a quello dell'assegnazione del finanziamento, il rendiconto del contributo caricando la documentazione tramite l'apposita pagina presente sul sito web https://fondopatrimoniolibrario.librari.beniculturali.it.


  • Grafiche E. Gaspari Srl
  • Via M. Minghetti 18
  • 40057 Cadriano
  • di Granarolo Emilia (Bologna)
  • Certificazione ISO
  • Certificazione
    UNI EN ISO 9001
    per i servizi di stampa e postalizzazione

© Copyright 2019 Gaspari S.r.l.