La Suprema Corte ha convalidato le oltre 500mila firme raccolte. Da oggi, lunedì 8 agosto, partono i 60 giorni di tempo a disposizione dell'Esecutivo per fissare la data del voto che, si vocifera, potrebbe essere il 20 o il 27 novembre.

In anticipo rispetto alla data di scadenza dei 30 giorni canonici (in scadenza il 15 agosto), la Corte di Cassazione ha ammesso la richiesta di referendum costituzionale sul Ddl Boschi.

Gli elettori saranno chiamati alle urne in una domenica compresa tra il 50esimo e il 70esimo giorno successivo al decreto di indizione firmato dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. 

Sarà il Governo a decidere i tempi della consultazione: possibile il voto da domenica 2 ottobre a domenica 22 dicembre. Sembra che le preferenze si orientino, però, su due domeniche di novembre: il 20 o il 27.

Per approfondire:
L'ordinanza dell'ufficio centrale per il referendum
Il comunicato stampa della Corte di Cassazione
I passaggi fondamentali fino all'indizione (Progetto Omnia)


  • Grafiche E. Gaspari Srl
  • Via M. Minghetti 18
  • 40057 Cadriano
  • di Granarolo Emilia (Bologna)
  • Certificazione ISO
  • Certificazione
    UNI EN ISO 9001
    per i servizi di stampa e postalizzazione

© Copyright 2019 Gaspari S.r.l.