Determinati da parte del ministero dell’Economia e delle Finanze gli importi per il rilascio della nuova CIE (carta d’identità elettronica) secondo i nuovi standard. Il “prezzo” da corrispondere va integrato con i diritti fissi e di segreteria, come da prassi, ed è applicabile solo in quei Comuni che rientrano nel piano ministeriale di attuazione della nuova procedura.

Il ministero dell’Economia e delle Finanze pubblica sulla Gazzetta Ufficiale del 16 giugno 2016 n. 139 il decreto che determina i corrispettivi a carico del cittadino richiedente la carta d’identità elettronica, il ministero dell’Interno amplifica la notizia con un proprioavviso sul sito del dipartimento dedicato ai Servizi demografici.

Conti in tasca
La nuova carta d’identità elettronica ha un costo di 16,79 euro, cui vanno aggiunti i diritti fissi e di segreteria spettanti al Comune. L’importo verrà richiesto solo per chi richiede la nuova CIE nei 99 comuni ammessi alla prima fase di emissione e riportati nell’allegato 2 della circolare n. 10/2016 (per un approfondimento, potete leggere il Post It del 22 giugno “Da luglio le prime carte d’identità elettroniche“).

Nei comuni in cui viene rilasciata la “vecchia CIE” – in attesa del passaggio alla nuova procedura – il costo è di 20 euro in aggiunta a diritti fissi e di segreteria di cui al Dm Economia e Finanze 22 aprile 2008 n. 107.


  • Grafiche E. Gaspari Srl
  • Via M. Minghetti 18
  • 40057 Cadriano
  • di Granarolo Emilia (Bologna)
  • Certificazione ISO
  • Certificazione
    UNI EN ISO 9001
    per i servizi di stampa e postalizzazione

© Copyright 2019 Gaspari S.r.l.