È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 7 ottobre 2015, n. 233, il D.Lgs. 25 settembre 2015, relativo alla determinazione degli indicatori di anomalia al fine di agevolare l'individuazione delle operazioni sospette di riciclaggio e di finanziamento del terrorismo da parte degli uffici della pubblica amministrazione.

In particolare, tale decreto prevede che gli operatori (uffici della pubblica amministrazione) dovranno individuare le operazioni sospette e trasmettere le segnalazioni all' UIF.
Una specifica indicazione viene data per i settori dei controlli fiscali, degli appalti e dei finanziamenti pubblici.
Gli addetti agli uffici della  pubblica  amministrazione  trasmettono  le informazioni rilevanti ai fini  della  valutazione  delle  operazioni sospette a un soggetto denominato "gestore". Il "gestore" di cui al comma precedente coincide con la  persona che gli operatori individuano, con provvedimento formalizzato,  quale soggetto delegato a valutare e trasmettere le segnalazioni alla UIF.
Il "gestore" di cui al comma precedente coincide con la  persona che gli operatori individuano, con provvedimento formalizzato,  quale soggetto delegato a valutare e trasmettere le segnalazioni alla UIF.
La persona individuata  come  gestore  può coincidere  con  il responsabile della prevenzione della corruzione previsto dall'art. 1, comma 7, della legge 190/2012. Nel caso  in  cui  tali  soggetti  non coincidano,  gli   operatori   prevedono   adeguati   meccanismi   di coordinamento tra i medesimi.
Gli enti locali con  popolazione  inferiore  a  15.000  abitanti possono  individuare  un  gestore  comune  ai  fini  dell'adempimento dell'obbligo di segnalazione delle operazioni sospette.
Il decreto spiega inoltre che gli indici di anomalia saranno aggiornati periodicamente.


  • Grafiche E. Gaspari Srl
  • Via M. Minghetti 18
  • 40057 Cadriano
  • di Granarolo Emilia (Bologna)
  • Certificazione ISO
  • Certificazione
    UNI EN ISO 9001
    per i servizi di stampa e postalizzazione

© Copyright 2019 Gaspari S.r.l.