Il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ritiene che i pannelli a messaggio variabile sono classificabili come impianti di pubbliche affissioni e i costruttori devono attenersi solo a norme tecniche unificate in materia di segnaletica stradale e pannelli elettronici.

Il Comune non può autonomamente decidere dove posizionare i pannelli a messaggio variabile per l'informazione ai cittadini.
Per il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, che risponde a un quesito in materia con il parere n. 3275/2015, questa tipologia di pannelli vanno classificati come impianti di pubbliche affissioni.
Il Mit continua però specificando che non esistono pannelli omologati e i costruttori devono attenersi alle norme tecniche unificate in materia di segnaletica stradale e pannelli stradali.
In fase di installazione, sarà necessario rispettare le prescrizioni tecniche riportate nell'articolo 23 del Codice della Strada e nel relativo ordinamento, nel rispetto delle distanze regolamentari dalle intersezioni, dai segnali stradali e dagli altri manufatti.


  • Grafiche E. Gaspari Srl
  • Via M. Minghetti 18
  • 40057 Cadriano
  • di Granarolo Emilia (Bologna)
  • Certificazione ISO
  • Certificazione
    UNI EN ISO 9001
    per i servizi di stampa e postalizzazione

© Copyright 2019 Gaspari S.r.l.