Sono molteplici le forme di gestione che l'amministrazione può scegliere di avviare per la farmacia comunale: non esistono sufficienti motivi per ritenere che la disposizione dell'articolo 18, comma 2-bis, Dl n. 112/2008, non si applichi alla gestione in economia. I Comuni restano assoggettati agli ordinari vincoli di spesa per il personale.

La Corta dei conti, sezione Autonomie, si è espressa nella deliberazione 12 giugno 2015 n. 18 sulla possibile estensione delle disposizioni di deroga di cui all'articolo 18, comma 2-bis,  Dl 112/2008 al caso di un Comune gestore in economia di una farmacia.
Dopo aver ricorstruito il panorama legislativo, la Corte dei conti afferma che «la disciplina di finanza pubblica dettata, dall’art. 18, comma 2-bis, del Dl n. 112/2008, convertito con legge n. 133/2008, e successive modifiche e integrazioni, in materia di gestione del servizio farmaceutico mediante società partecipate ed aziende speciali, non si applica alla gestione in economia di farmacie comunali. I Comuni che gestiscono farmacie in economia restano assoggettati agli ordinari vincoli di spesa per il personale, anche in relazione alla gestione del servizio farmaceutico».


  • Grafiche E. Gaspari Srl
  • Via M. Minghetti 18
  • 40057 Cadriano
  • di Granarolo Emilia (Bologna)
  • Certificazione ISO
  • Certificazione
    UNI EN ISO 9001
    per i servizi di stampa e postalizzazione

© Copyright 2019 Gaspari S.r.l.