A partire dalle nuove disposizioni su separazioni e divorzi nella casa comunale di cui al Dl n. 132/2014, il Viminale spiega che non rientra tra i "patti di trasferimento patrimoniale" l'obbligo di pagamento di una somma di denaro a titolo di assegno periodico.
my husband and i both cheated thebaileynews.com why did i cheat on my husband
want wife to cheat read when your wife cheats

La circolare del ministero dell'Interno 24 aprile 2015 n. 6, oltre alla questione dei figli di una sola delle parti (di cui al Memoweb n. 82/2015), affronta anche la questione dell'ambito di applicazione dell'articolo 12 con riferimento alla previsione di cui al comma 3, terzo periodo (patti di trasferimento patrimoniale).

Il Viminale precisa che è da escludere il divieto di ricorrere all'ufficiale di stato civile per la separazione consensuale o lo scioglimento del matrimonio quando sia "in gioco" l'assegno di mantenimento. Esso va considerato «un rapporto obbligatorio che non produce effetti traslativi su di un bene determinato» e quindi rientra tra le disposizioni negoziali in sede di separazione e divorzio.
Il Ministero ricorda agli ufficiali di stato civile di non entrare nel merito della somma consensualmente decisa ma solo di recepire quanto concordato.


  • Grafiche E. Gaspari Srl
  • Via M. Minghetti 18
  • 40057 Cadriano
  • di Granarolo Emilia (Bologna)
  • Certificazione ISO
  • Certificazione
    UNI EN ISO 9001
    per i servizi di stampa e postalizzazione

© Copyright 2019 Gaspari S.r.l.