La sezione Autonomie della Corte dei conti risolve il contrasto interpretativo relativo alla possibilità o meno di applicare l'obbligo di non superare il 50% del trattamento economico annuo lordo per gli incentivi riferiti ad attività tecnico-professionali dei dipendenti dopo il 19 agosto 2014, data di entrata in vigore della legge di conversione in legge del Dl n. 90/2014.
your wife cheated on you go i want my wife to cheat on me
i love my boyfriend but i cheat parentpower.com i cheated on my boyfriend but i love him

«L'obbligo di non superare nella corresponsione di incentivi al singolo dipendente, nel corso dell’anno, l’importo del 50 per cento del trattamento economico complessivo annuo lordo, è applicabile al pagamento degli incentivi dovuti per attività tecnico-professionali espletate dai dipendenti individuati dalla norma a far data dall’entrata in vigore della legge di conversione del Dl 24 giugno 2014, n. 90».

La sezione Autonomie della Corte dei Conti nella deliberazione 24 marzo 2015 n. 11 pone fine al dibattito sull'applicazione delle normativa di cui all'articolo 13-bis del Dl n. 90/2014: la disciplina di "passaggio" deve tenere nel debito conto il principio di irretroattività delle norme nonché il presumibile esistere di una previsione autorizzatoria e di un impegno di spesa per quelle attività effettuate dal dipendente prima del 19 agosto 2014.


  • Grafiche E. Gaspari Srl
  • Via M. Minghetti 18
  • 40057 Cadriano
  • di Granarolo Emilia (Bologna)
  • Certificazione ISO
  • Certificazione
    UNI EN ISO 9001
    per i servizi di stampa e postalizzazione

© Copyright 2019 Gaspari S.r.l.